Solette propriocettive del piede a Matera

Trattamento delle alterazioni posturali

Il piede è una struttura anatomica costituita da articolazioni, muscoli e pelle. Per tanto, può essere considerato come un insieme propriocettivo ed esterocettivo eccezionale svolgendo il compito sia di endorecettore che di esorecettore.


Adempiendo alla funzione di organo di senso prima che di moto.


Il piede rappresenta l’unico punto materiale d’ unione, quindi contatto, tra l’uomo e l’ambiente esterno. Per tanto in caso di squilibri posturali di origine alta (malocclusione, disturbi della motricità oculare…) si adatterà sempre per riarmonizzare l’appoggio. E’ il tampone terminale del sistema posturale.


La soletta propriocettiva , sfruttando l’idea di “piede organo di senso”, non ha lo scopo di bilanciare segmenti ossei ma, grazie all’utilizzo di piccoli spessori (massimo 3 mm) posizionati in determinate zone, innescare dei riflessi di correzione.
Agisce sulla propriocezione muscolare del piede provocando modificazioni nell’attivazione delle catene muscolari.
I risultati consistono in modificazioni posturali visibili clinicamente, ad esempio il riallineamento del bacino. Non sempre sono globali dato che l’intensità della correzione dipende da altri recettori in squilibrio.


Nel recupero della forza muscolare nelle aree deficitarie e modificazione della vascolarizzazione negli stessi territori.


La soletta propriocettiva viene realizzata successivamente ad una valutazione posturale solamente qualora il piede sia causa o concausa di una postura scorretta quale un atteggiamento scoliotico che, a sua volta, può comportare algie. (es :mal di schiena)